Ultime notizie:

  Ieri AL PALAZZO DEL PARCO DI DIANO MARINA LA MOSTRA DI AQUA AURA        Ieri TRE ITALIANI ARRESTATI AD ALBENGA SUBITO DOPO FURTO A CERVO        Ieri SANREMO : RUBA IL SMARTHPHONE AD UN GIOVANE. ARRESTATO DAI CARABINIERI        Ieri AL PROCESSO BIS PER LA TORRE PILOTI DEL PORTO DI GENOVA LA MESSINA PARTE CIVILE        Ieri LUTTO A IMPERIA, E' MORTO IL COMMERCIALISTA DOMENICO GANDOLFO. LUNEDI' IL FUNERALE       

ALBENGA: FESTIVAL MUSICALE "SU LA TESTA" AL TEATRO AMBRA

THU 7 Dec 2017 | Notizie - Manifestazioni / Eventi

Si accendono le luci sulla dodicesima edizione del festival musicale Su La Testa che stasera inizia la sua tre giorni al Teatro Ambra di Albenga.
Tanta musica, ma non solo, per tutto il centro storico ingauno.
Alle ore 21 si apre il sipario del festival, che ha scoperto e lanciato, tra gli altri, Raphael Gualazzi.
Quest'anno calcheranno le assi del cinema teatro Ambra ospiti internazionali come Jaime Michaels, cantautore originario di Boston e famoso nel New Mexico, e Jono Manson, apprezzato chitarrista di New York che ricreeranno l'atmosfera degli antichi hootenanny alle radici della musica folk americana; ma non mancheranno anche degni rappresentanti della musica italiana più rinomata e ricercata come i Perturbazione, L'Aura, Paolo Benvegnù e gli storici Statuto.
Gli organizzatori assicurano anche per quest'anno sorprese oltre il cartellone sul ripido palco dell'Ambra.
Saranno Lorenza Bertoglio, Alberto Calandriello e Fabio Vosilla, membri dell'associazione, a presentare i vari artisti.
Gli incontri pomeridiani che affronteranno temi importanti con il consueto taglio leggero ed efficace dell'Associazione culturale ZOO. Gli incontri si svolgeranno a Palazzo Scotto Niccolari in Via Medaglie D'Oro ad Albenga nei pomeriggi di venerdì alle ore 17.30, con la presentazione del progetto fotografico "La sottile linea rossa" di Valentina Tamborra, e sabato alle ore 17 con l'appuntamento con la compagnia Kronoteatro e tratteranno a vario titolo di musica, teatro, arte, libri, immigrazione, società e artigianato.
Il festival in questi dodici anni è cresciuto e rappresenta una delle migliori realtà a livello nazionale e soprattutto un vero spazio per artisti davvero indipendenti che vengono proposti nella stessa luce di artisti maggiori ed inseriti sullo stesso piano in serate ben assortite superando tutti i concetti di gerarchia o categorie.

puls torna su