Ultime notizie:

  data news Ieri MICROFONO APERTO: LA TRAGEDIA DEL PONTE MORANDI        data news Ieri SANREMO (IM) : RAPINA AL CARREFOUR. ARRESTATO DAI CARABINIERI        data news Ieri SANREMO. STRANIERO PICCHIA LA FIDANZATA. DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO        data news Ieri PONTE MORANDI, SALVINI: ''AUTOSTRADE PER L'ITALIA AIUTI I PARENTI DELLE VITTIME'''        data news Ieri CROLLO PONTE, VIALE: LA REGIONE SI STA ATTREZZANDO PER GARANTIRE CURE MEDICHE       

LA FESTA DELL'EPIFANIA TRA STORIA E ATTUALITA'

data news
FRI 5 Jan | Servizi - Curiosità

L'Epifania è una festa cristiana celebrata dodici giorni dopo il Natale, ossia il 6 gennaio. Il termine deriva dal greco epifaneia, che significa manifestazione, apparizione. Nella Chiesa cattolica è una delle massime solennità celebrate, assieme alla Pasqua, il Natale, la Pentecoste e l'Ascensione, ed è quindi istituita come festa di precetto, ossia una festa in cui i fedeli sono tenuti all'obbligo di partecipare alla Messa. La Santa Chiesa istituì questa festa per commemorare la triplice manifestazione di Gesù: come Dio, facendosi adorare dai Magi; come uomo, ricevendo il Battesimo da San Giovanni; come operatore di miracoli, cambiando, alle nozze di Cana, l'acqua in vino. Oggi però la liturgia ricorda in modo particolare la prima manifestazione di Gesù come Dio, con l'adorazione dei Magi. Una volta nato Gesù, spuntò una stella: la stella di Giacobbe. I Magi, appena la videro, si ricordarono delle profezie e riconobbero quello come il segno del Re dei Giudei, Salvatore del mondo. E partirono dalle loro contrade senza spaventarsi né della lunghezza del cammino, né delle difficoltà del viaggio. Dio lì premiò facendo si che la stella che essi avevano visto, li precedesse nel cammino. Stando al Vangelo di Matteo i Magi, guidati in Giudea dalla stella, portano in dono a Gesù bambino, riconosciuto appunto come "re dei Giudei",oro(omaggio alla sua regalità), incenso (omaggio alla sua divinità) e mirra (anticipazione della sua futura sofferenza redentrice) e lo adorano. Nelle varie culture la celebrazione dell'Epifania si accompagna a simboli e tradizioni diverse. In Italia è molto nota la Befana, una figura folcloristica tipica di alcune regioni , diffusasi poi in tutta la penisola italiana. Secondo la tradizione, si tratta di una donna anziana che vola su una scopa, per fare visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio e riempire le calze lasciate appese da loro sul camino; se i bambini durante l'anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca. Al contrario, coloro che si sono comportati male troveranno le calze riempite con del carbone o dell'aglio. Ad oggi la festa ha anche un risvolto economico e commerciale, che si distacca dal significato cristiano della ricorrenza. Stando a un'indagine sui consumi e le abitudini degli italiani per le feste 2017-2018 condotta da Confesercenti l’Epifania sarà più ricca del solito: a festeggiare la Befana con un regalo a figli o nipoti saranno, infatti, quasi 28 milioni di italiani, con un budget medio per persona di 68 euro, il 15% in più dello scorso anno e il più alto degli ultimi tre. L’aumento della spesa destinata alla calza andrà soprattutto a vantaggio di dolci e doni utili, magari anche qualche accessorio moda o capo d’abbigliamento, vista la concomitanza dei saldi. Se infatti la percentuale di italiani che regaleranno la tradizionale calza piena di dolci o di carbone è del 64%, si registra l’aumento di chi farà doni utili, che passa dal 17% dello scorso anno al 21% di quest’anno.

pulsante torna su