Ultime notizie:

  Ieri AL PALAZZO DEL PARCO DI DIANO MARINA LA MOSTRA DI AQUA AURA        Ieri TRE ITALIANI ARRESTATI AD ALBENGA SUBITO DOPO FURTO A CERVO        Ieri SANREMO : RUBA IL SMARTHPHONE AD UN GIOVANE. ARRESTATO DAI CARABINIERI        Ieri AL PROCESSO BIS PER LA TORRE PILOTI DEL PORTO DI GENOVA LA MESSINA PARTE CIVILE        Ieri LUTTO A IMPERIA, E' MORTO IL COMMERCIALISTA DOMENICO GANDOLFO. LUNEDI' IL FUNERALE       

CONVEGNO A SAVONA DA PIERRE DE COUBERTIN A LUDWIG GUTTMANN: I VALORI OLIMPICI E L’INCLUSIONE SOCIALE

TUE 13 Feb | Notizie - Sport - Savona

“Da Pierre de Coubertin a Ludwig Guttmann: i valori olimpici e l’inclusione sociale”. Questo il titolo del convegno che si terrà il giorno 16 febbraio nella Sala Rossa del Comune di Savona a partire dalle 15.15, organizzato in occasione del ventennale del Comitato Italiano Pierre de Coubertin. L’evento è curato dalla professoressa Rosanna La Spesa, responsabile dal 2003 della formazione dei Team Italia partecipi ai Forum Internazionali della Gioventù Pierre de Coubertin, in collaborazione con l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Savona Barbara Marozzi, con il Rotary Club Savona e con l’associazione Soroptimist Club Savona.

Un’importante iniziativa che verte e fa riflettere sullo sport olimpico in tutte le sue forme, sulla figura di Pierre de Coubertin promotore per eccellenza della rinascita dei Giochi Olimpici Moderni e su quella del medico Ludwig Guttmann, precursore dei giochi paralimpici. Elemento di rilievo, ma anche una costante di questi incontri è la presenza dei liceali nel ruolo di relatori: al convegno prenderanno parte infatti gli studenti Anna Boraschi, Elena Capuzzi, Alessia Metrano e anche ex liceali come Federica Iannicelli.

“Ringraziamo gli ideatori di questa importante iniziativa, che abbiamo condiviso fin da subito. L'obiettivo è dare sempre più spazio ai giovani impegnati nel coltivare l’interesse pubblico e sociale. Questi ragazzi arricchiranno il programma di studi e si metteranno in gioco nel diventare veicoli di cultura per i loro coetanei e per le generazioni future. Con la loro voce daranno luogo anche a spunti di riflessione e approfondimenti su tematiche attuali sociali e culturali”, afferma l’assessore Marozzi.

Porteranno il loro prezioso contributo il dott. Antonino Massone, Responsabile dell’Unità Spinale Unipolare dell'Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, primo Centro italiano ad avvalersi di un esoscheletro bionico che può consentire ai pazienti mielolesi di deambulare e la Dott.ssa Maura Montalbetti, psicologa e assidua collaboratrice del mondo della scuola.

“Savona si conferma sempre di più una Città a forte vocazione sportiva. Iniziative come queste sono essenziali per evidenziare il valore dell’attività sportiva in tutte le sue declinazioni e per avvicinare le nuove generazioni alle discipline presenti sul nostro territorio”, commenta l’Assessore allo Sport Maurizio Scaramuzza. Prenderanno parte per l'occasione inoltre testimonial dello sport paralimpico: Francesca Auxilia e Luisella Frumento per la Danza sportiva, Massimiliano Tonon per il tiro al piattello.

“Rivolgo un ringraziamento speciale all'assessore Barbara Marozzi che ha accolto con entusiasmo il progetto del convegno e alle alunne che interverranno del Liceo Della Rovere di Savona. Mi complimento con queste giovani ragazze per il loro lavoro, hanno dimostrato di essere appassionate e di mettere al servizio degli altri il loro sapere e l’interesse per la collettività. Sono sicura che porteranno questa esperienza nel loro bagaglio culturale e che essa andrà oltre al semplice arricchimento personale”, afferma la professoressa La Spesa. “Un ringraziamento particolare va rivolto anche al dott. Massone, alla dott.ssa Montalbetti e agli atleti paralimpici Francesca Auxilia, Luisella Frumento, Massimiliano Tonon che porteranno una testimonianza del loro vissuto nella vita e nello sport. Si ringraziano, il Sindaco del Comune di Savona, l’Assessore allo Sport per la loro cortese disponibilità e contributo, nonché gli Enti e Associazioni che hanno creduto nell'iniziativa riconoscendone la valenza sociale”. L’evento è aperto al pubblico.

puls torna su