Ultime notizie:

  Ieri AL PALAZZO DEL PARCO DI DIANO MARINA LA MOSTRA DI AQUA AURA        Ieri TRE ITALIANI ARRESTATI AD ALBENGA SUBITO DOPO FURTO A CERVO        Ieri SANREMO : RUBA IL SMARTHPHONE AD UN GIOVANE. ARRESTATO DAI CARABINIERI        Ieri AL PROCESSO BIS PER LA TORRE PILOTI DEL PORTO DI GENOVA LA MESSINA PARTE CIVILE        Ieri LUTTO A IMPERIA, E' MORTO IL COMMERCIALISTA DOMENICO GANDOLFO. LUNEDI' IL FUNERALE       

VENTIMIGLIA : L' ATTIVITA' DELLA POLFRONTIERA

TUE 13 Feb | Servizi - Cronaca - Ventimiglia

171710 persone identificate, di cui 89100 extracomunitari. 14mila persone fotosegnalate. 7877 pattuglie in campo. 233 arresti. Sono questi i numeri da capogiro di un anno di attività intensa e proficua della Polizia di Frontiera che oggi, alla presenza del procuratore capo della Repubblica di Imperia, Alberto Lari, ha tracciato un bilancio davanti alla stampa. “E’ stato un anno ricco di eventi, fatti, episodi e particolarità”, ha dichiarato il dirigente superiore della Polizia di Stato, Raffaele Cavallo, direttore interregionale della polizia di frontiera per il Piemonte, la Liguria e la Valle d’Aosta, “Reputo che il dispositivo messo in campo dalla polizia di frontiera abbia dato prova di tenuta rispetto ad un fenomeno complesso: quello dell’immigrazione”. Dall’arresto del montenegrino Ledinic Eldin, ricercato per omicidio e lesioni personali a quello del narcotrafficante Tommaso Iacomino, ritenuto esponente dell’omonimo clan camorristico, senza dimenticare quello di Roberto Halilovic, cittadino italiano residente in provincia di Latina condannato a 15 anni per cumulo di pena a seguito di 11 sentenze e dell’omicida di Viterbo Ermanno Fieno. Sono stati 233 gli arresti compiuti dagli agenti della Polfrontiera nel solo 2017. Di questi 128 di iniziativa, ovvero eseguiti in flagranza di reato, mentre 93 su ordine dell’autorità giudiziaria. Dodici arresti sono stati compiuti in collaborazione con la polizia di frontiera francese: un risultato significativo, come sottolineato dal dirigente del settore della Polfrontiera di Ventimiglia, Martino Santacroce, che ha ricordato: “Sono state 331 le pattuglie di cooperazione, svolte insieme ai colleghi francesi. Questo per noi è un punto di forza e per questo aspetto Ventimiglia è un laboratorio”.

puls torna su