Ultime notizie:

  data news Oggi BONUCCI "SALIRE ANCORA UN GRADINO PER ENTRARE TRA LE BIG EUROPA"        data news Oggi MANAGERITALIA "ITALIA HA SMARRITO CAPACITA' DI GUARDARE AVANTI"        data news Oggi VENEZIA, ACQUA HA RAGGIUNTO PICCO DI 150 CENTIMETRI, LIVELLI IN CALO        data news Oggi MARC MARQUEZ VINCE ANCHE IL GP DI VALENCIA, 12 SUCCESSI STAGIONALI        data news Oggi NELLA NOTTE NBA BELINELLI E MELLI KO, BEN 49 PUNTI PER HARDEN       

ANDORA SOPRALLUOGO NELL’EX COMPLESSO ARISTON DEL SINDACO MAURO DEMICHELIS

data news
WED 10 Jul | Notizie - Attualità - Andora
ANDORA SOPRALLUOGO NELL’EX COMPLESSO ARISTON DEL SINDACO MAURO DEMICHELIS

“I cittadini mi avevano segnalato movimenti. Ho trovato la recinzione aperta, divelte le reti e bucati i muri di mattoni che erano stati messi per precludere l’ingresso alla Palazzina. La proprietà intervenga.”
Andora – Mentre è iniziato il servizio dei vigilantes coordinati dalla Polizia Locale lungo tutto il litorale di Andora per contrastare la vendita di merce con i marchi contraffatti e i massaggi fatti da operatori non qualificati, non cala l’attenzione sul complesso ex Ariston.
Il sindaco Mauro Demichelis, accompagnato dall’Assessore al Demanio Marco Giordano e da un Agente dalle Polizia Locale di Andora, ha effettuato un sopralluogo nell’edificio abbandonato e chiede alla proprietà una nuova messa in sicurezza della zona che rischia di tornare a essere un dormitorio abusivo.
“Alcuni cittadini mi avevano segnalato dei movimenti nelle palazzine e sono venuto a controllare di persona – ha spiegato Demichelis – Non ho avuto alcun problema a entrare nell’area esterna e nella struttura, come avrebbe potuto fare un bambino: ho trovato la recinzione aperta, le reti divelte e bucati i muri di mattoni che erano stati messi dalla proprietà per precludere l’ingresso alle palazzine. Ci sono varchi d'accesso sia al pianoterra che verso i piani superiori. Al nostro arrivo una persona, che vi si era rifugiata, è scappata: segno che l’Ariston è ancora un potenziale ricovero per disperati e una zona di stoccaggio di materiali da destinare alla vendita abusiva. Anche se c’è meno degrado all'esterno, dentro sono visibili i resti di pasti consumati e alcune stanze sono chiaramente utilizzate come dormitori. Ho chiesto ai funzionari comunali di ingiungere alla proprietà di agire velocemente per mettere in sicurezza l’edificio e richiudere i varchi. Auspico che ci sia una reale intenzione di recuperare gli edifici all’uso turistico e che la zona torni, in tempi certi, al suo antico splendore. Se così non fosse, tanto vale variare la destinazione nel Piano Regolatore per garantire la tutela della sicurezza e del decoro pubblico: Andora ci guadagnerebbe una bella pineta, dopo anni di totale abbandono” – ha concluso Mauro Demichelis

pulsante torna su