Ultime notizie:

  data news TUE 11 Aug Ferrarini, Intesa Sanpaolo guida la cordata per il rilancio        data news TUE 11 Aug Gasperini "Col Psg è dura ma c'è fiducia di poter fare bene"        data news TUE 11 Aug Coronavirus, nuovi casi in rialzo        data news TUE 11 Aug Roma, da Grillo via libera a Raggi per la ricandidatura "Daje!"        data news TUE 11 Aug Bonus Inps, Garante Privacy "Niente ostacoli a pubblicazione dei nomi"       

CUNEO CAMBIAMENTO CLIMATICO NELLE AREE MONTANE DEL TERRITORIO ALPIMED AL VIA LE ATTIVITÀ DI RICERCA CON IL POLITECNICO DI TORINO

data news
MON 16 Dec 2019 | Notizie - Attualità - Fuori Liguria
CUNEO CAMBIAMENTO CLIMATICO NELLE AREE MONTANE DEL TERRITORIO ALPIMED AL VIA LE ATTIVITÀ DI RICERCA CON IL POLITECNICO DI TORINO

Venerdì 13 dicembre, attraverso la sottoscrizione della convenzione prevista dal programma Alcotra, la Camera di commercio di Cuneo ha dato il via alle attività che il Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture (DIATI) del Politecnico di Torino realizzerà nell’ambito di Alpimed Clima, progetto singolo del PITER ALPIMED finanziato dal programma Alcotra 2014-2020. All’interno della strategia generale del Piter Alpimed, che vuole contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio transfrontaliero delle Alpi del Mediterraneo, è prevista l’attivazione di laboratori dove verranno sperimentate soluzioni innovative in ambito turistico, di mobilità dei trasporti e di studio dei cambiamenti climatici.
All’appuntamento sono intervenuti i proff. Davide Poggi, Pierluigi Claps e Stefania Tamea, in rappresentanza del Politecnico di Torino, che opererà al fianco dell’Ente camerale per realizzare attività di ricerca applicata sulla risorsa idrica.
Tra gli ambiziosi obiettivi rientrano la valutazione degli effetti dei cambiamenti climatici per quantificare la riduzione della capacità di accumulo naturale, costituita dalla copertura nivale. In relazione agli scenari idrologici futuri, il progetto mira a definire alcuni scenari di disponibilità idrica e a disegnare i possibili utilizzi sul territorio, analizzando la domanda attuale e futura dei vari settori e i conseguenti possibili interventi.
“Quest’oggi abbiamo posto un tassello importante nell’avvio delle attività previste dal Progetto CLIMA all’interno del PITER ALPIMED – dichiara il Presidente dell’Ente camerale, Ferruccio Dardanello - Attraverso la forte sinergia con i partner transfrontalieri e la collaborazione con le eccellenze del Politecnico di Torino, vogliamo migliorare le nostre conoscenze sulle conseguenze, attuali e future, del cambiamento climatico sulla risorsa idrica, il nostro prezioso “oro blu”, così da disporre di ulteriori elementi per mettere in atto azioni concrete e affrontare in modo consapevole le criticità che potranno manifestarsi negli anni a venire”.
Il PITER ALPIMED, che insiste sul territorio cuneese delle Valli Gesso, Vermenagna e Pesio e nell’area di pianura sottostante, sino alle città di Cuneo, Fossano e Mondovì, su parte della provincia di Imperia e del Dipartimento 06 francese, è coordinato dalla Métropole Nice Cote d’Azur e coinvolge per il territorio cuneese, l’Ente camerale, il Comune di Cuneo – Parco Fluviale, il Gect Parco Alpi Marittime e Mercantour e la Provincia di Cuneo.

pulsante torna su