Ultime notizie:

  data news Oggi COLLISIONE TRA MERCANTILI DI NAZIONALITA' STRANIERA A LARGO DELLA CORSICA        data news Oggi CLAUDIO SCAJOLA INCONTRA TOTI PER PORTARE FONDI A IMPERIA PER OPERE PUBBLICHE        data news Oggi ASPETTANDO I 100 ANNI DI IMPERIA, MOSTRA FOTOGRAFICA E LECTIO DI PAOLO MIELI        data news Oggi A GENOVA NUOVO PARCHEGGIO DI INTERSCAMBIO AL CAMPASSO        data news Oggi GENOVA : LA VOLONTA' DI ANCI LIGURIA PER FAR CRESCERE LA LIGURIA       

PIANO D’AMBITO REGIONALE RIFIUTI, ASSESSORE GIAMPEDRONE: “DAI 5 STELLE SOLITO NO A TUTTO SENZA ALCUNA PROPOSTA”

data news
THU 9 Aug | Notizie - Attualità - Liguria
PIANO D’AMBITO REGIONALE RIFIUTI, ASSESSORE GIAMPEDRONE: “DAI 5 STELLE SOLITO NO A TUTTO SENZA ALCUNA PROPOSTA”

“Dal Movimento 5 stelle, come sempre, arrivano dei no a tutto, senza che accanto a questi no vengano avanzate delle soluzioni, delle proposte per risolvere eventuali problemi”. L’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone interviene sulla questione del Biodigestore di Boscalino, e aggiunge: “I documenti dimostrano che non esistono interferenze con la stazione di trasferenza”.
Infatti, il parere Vas (Valutazione ambientale strategica) n.100, assunto con Dgr n.1168 del 2017 sul Piano d’Area di La Spezia, non ha affatto “bocciato” la localizzazione di Boscalino per il biodigestore, ma si è limitato a manifestare alcuni dubbi in merito alla coesistenza del sito di Boscalino per gli anni 2018/2020 con una stazione di trasferimento in concomitanza con i lavori di realizzazione dell’impianto di digestione anaerobica, considerate le dimensioni limitate dell’area in questione, richiedendo approfondimenti e verifiche da parte della Provincia della Spezia ed eventualmente ipotizzando soluzioni localizzative alternative.
La Provincia della Spezia, con la revisione del proprio Piano ai fini di conformarsi al parere Vas, ha specificato le motivazioni che hanno condotto all’indicazione di tale sito, richiamando l’approvazione del Project Financing del luglio 2016 riguardante il revamping dell’impianto TMB di Saliceti e la realizzazione del digestore anaerobico adeguato alle produzioni attese dai Comuni della Provincia della Spezia e del flusso previsto dall’area del Tigullio.
I documenti progettuali, riportati a riscontro della verifica richiesta dal parere Vas, consentono pertanto di risolvere positivamente l’osservazione, dimostrando l’assenza delle interferenze con la stazione di trasferenza.
Il Piano conferma dunque la scelta di “realizzare nel territorio provinciale un impianto di trattamento della frazione organica che risponda alle necessità derivanti dalla pianificazione d’Area e d’Ambito, precisando che si dovrà infatti tenere conto delle esigenze impiantistiche derivanti dalla integrazione delle Aree omogenee della Spezia e del Tigullio, in forza della quale la Città Metropolitana di Genova si è fatta carico di pianificare sul proprio territorio la discarica di servizio per l’Area spezzina”.
In sede di dichiarazione di sintesi allegata al Piano viene inoltre precisato che “l’intervento sarà comunque subordinato alla ottimizzazione delle superfici di impianto che necessariamente interesserà manufatti esistenti di cui è opportuna la completa demolizione quali l’ex inceneritore, comportando un ulteriore beneficio a carattere ambientale”. Peraltro gli aspetti progettuali di dettaglio saranno ulteriormente oggetto di valutazione di impatto ambientale.
A conclusione della procedura di Vas, l’Ufficio regionale competente, con la nota 208317 del 23 luglio 2018, ha preso atto dell’avvenuto riscontro alle osservazioni formulate con il parere motivato, concludendo definitivamente il percorso di Vas avviato a fine 2016.

pulsante torna su