Ultime notizie:

  data news Oggi DIANO MARINA, VA IN PENSIONE LA COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DANIELA BOZZANO        data news Oggi ENRICO LUPI, PRESIDENTE DI CONFCOMMERCIO L’ANCIA L’ALLARME PER I DANNI ECONOMICI        data news Oggi Esce il libro "La grande balla", di Napoletano. "Nord su spalle del Sud"        data news Oggi Nuoto, Magnini "Ho vinto, il Tas mi ha assolto da ogni accusa"        data news Oggi Salvini vede Mattarella "Con Conte l'Italia non riparte"       

ALBENGA IL COMUNE CHIEDE AIUTO ALLA REGIONE PER RIFIUTI VEGETALI SULLE SPIAGGE

data news
SUN 15 Dec 2019 | Notizie - Cronaca - Albenga
ALBENGA  IL COMUNE CHIEDE AIUTO ALLA REGIONE PER RIFIUTI VEGETALI SULLE SPIAGGE

Per i rifiuti vegetali, tronchi, rami e canne, che hanno ricoperto le spiagge di Albenga il Comune bussa alla Regione. «Chiederemo che anche lo smaltimento del materiale depositato lungo il litorale possa essere incluso nell’elenco dei danni subiti e, come tale, possa essere risarcito – annuncia l’assessore Mauro Vannucci - È fondamentale che la Regione si impegni a stanziare più risorse per affrontare calamità naturali che hanno sempre meno carattere di eccezionalità». Intanto il sindaco ha firmato un’ordinanza che permette di poter bruciare i rifiuti vegetali. Ma la domanda che si pongono ora ad Albenga è a chi spettano le spese di smaltimento.
Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: «Il problema purtroppo esiste. Il Comune si sta già attivando per cercare di andare incontro ai gestori delle spiagge private. Riteniamo che i costi dello smaltimento del materiale che non è possibile bruciare costituisca un danno economico che dovrebbe essere assimilato ai danni materiali come possono essere ad esempio quelli subiti a chioschi e dehor come ha anticipato Vannucci». Nel frattempo, per proteggere il territorio da esondazioni e altre calamità naturali, proseguono gli interventi di pulizia di rii e canali. Una voce nel bilancio importante per la quale sono stati investiti 100 mila euro. «Con gli interventi programmati ed eseguiti a rotazione si dovrebbe riuscire a pulire tutti i numerosi canali e rispettare l’iter autorizzativo previsto dalla normativa.
Purtroppo è innegabile che le condizioni climatiche sono cambiate e che il nostro territorio ha sempre più problemi dal punto di vista idrogeologico », dice a questo proposito Tomatis.
In giunta è stato approvato il progetto esecutivo di pulizia del rio Carpaneto e nelle prossime settimane partirà l’indagine di mercato necessaria a scegliere la ditta alla quale affidare i lavori. A breve partiranno anche gli interventi sul Rio Carenda. Spiega il sindaco: «Si tratta di lavori disposti attraverso un’ordinanza sindacale e che consisteranno nella pulizia del rio necessaria per poter arrivare ad intervenire sull’argine parzialmente eroso».

pulsante torna su