Ultime notizie:

  data news Oggi Coronavirus, Ripartiti i treni fermi al Brebbero, nessuna positivita'        data news Ieri Coronavirus: Ferrovie Austria "Oggi chiuso il Brennero"        data news Ieri CORONAVIRUS, IL SINDACO DI MENTONE CHIEDE CONTROLLI SANITARI AL CONFINE        data news Ieri CORONAVIRUS, SCUOLE CHIUSE IN TUTTA LA LIGURIA. ORDINANZA DELLA REGIONE        data news Ieri La Roma cala il poker e batte il Lecce all'Olimpico       

BORDIGHERA : LA POLIZIA DI STATO ARRESTA CITTADINO RUSSO RICERCATO DALL' INTERPOL E ACCUSATO DI ESTORSIONE

data news
SAT 23 Feb 2019 | Notizie - Cronaca - Bordighera
BORDIGHERA : LA POLIZIA DI STATO ARRESTA CITTADINO RUSSO RICERCATO DALL' INTERPOL E ACCUSATO DI ESTORSIONE

La Polizia di Stato ha individuato nella notte, a Bordighera, in un
lussuoso albergo dove aveva preso alloggio, un uomo di nazionalità
russa, ricercato in campo internazionale a fini estradizionali.
Minaccia e istigazione all’estorsione il reato di cui si è reso
responsabile per il quale, nel codice penale russo, la pena prevista
arriva a 15 anni di reclusione.
L’intervento è stato portato a termine dagli Agenti della Squadra
Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza Ventimigliese,
guidato dal Dirigente Dr. Aricò.
Il reato è stato commesso in Russia nel 2015.
Straordinariamente elevata la cifra oggetto dell’estorsione che
secondo i magistrati russi ammonta ad alcuni milioni di dollari.
La sentenza era stata emessa dalla corte distrettuale di Mosca un
anno fa circa.
Dall’inizio del 2018 l’uomo era ricercato in tutti i Paesi aderenti
all’Interpol, l’organizzazione internazionale della Polizia Criminale
dedita alla cooperazione e al contrasto del crimine internazionale,
per le attività al di fuori dei confini nazionali.
L’Interpol si articola su una struttura centrale con sede a Lione
(Francia) ed una struttura periferica. Quest’ultima è rappresentata
dagli Uffici Centrali Nazionali.
In Italia tale unità è collocata in seno al Servizio per la Cooperazione
Internazionale di Polizia, posto alle dipendenze della Direzione
Centrale della Polizia Criminale.
La Polizia di Stato non ha riferito altri dettagli sul delitto a lui
imputato dai Giudici russi.
Dopo l’accompagnamento in ufficio i poliziotti hanno eseguito la
lunga procedura prevista nei casi, come questo, di rilievo
internazionale, in diretta collaborazione con gli uffici Interpol.
Al termine i riscontri, a partire da quelli sulle sue impronte digitali,
sono risultati positivi e congruenti.
Il quarantenne russo non ha opposto resistenza ed è parso quasi
rassegnato.
Gli investigatori presumono che sia entrato in Italia da pochi giorni.
Ciononostante è incappato nella rete dei controlli preventivi di
sicurezza e anti terrorismo messo in campo in Italia da tempo,
eseguito con particolare attenzione proprio nelle zone di frontiera.
Al termine gli Agenti di Polizia hanno condotto l’arrestato nella casa
circondariale di Imperia dove rimarrà, a disposizione dei Magistrati,
in atte attesa della sua estradizione in Russia.

pulsante torna su