Ultime notizie:

  data news Ieri VENTO DI PONENTE IL NUOVO PREZZARIO REGIONALE        data news Ieri SEMPRE PIU' TURISTI IN LIGURIA. POSITIVO IL 2019, BUONI I PRIMI DATI SUI PONTI DI PRIMAVERA        data news Ieri TAGGIA GIOSTRE DEL LUNA PARK ALLACCIATE ABUSIVAMENTE ALLA CORRENTE ELETTRICA 12 GIOSTRAI DENUNCIATI DAI CARABINIERI        data news Ieri REGIONE LIGURIA GIOVANNI DE PAOLI LASCIA LA LEGA E PASSA AL GRUPPO MISTO        data news Ieri CUNEO CAMERA DI COMMERCIO IN VELO VERSO LA SOSTENIBILITÀ E PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL CONCORSO STORIE DI ALTERNANZA       

IMPERIA LA POLIZIA DI STATO RIMPATRIA UN PERICOLOSO CITTADINO ALBANESE

data news
SAT 20 Apr | Notizie - Cronaca - Imperia
IMPERIA LA POLIZIA DI STATO RIMPATRIA UN PERICOLOSO CITTADINO ALBANESE

È stato rimpatriato ieri, con un volo partito da Genova e diretto in Albania, lo straniero A.R., classe 1993, pluripregiudicato e irregolare sul nostro territorio.
Lo straniero ha fatto ingresso nel nostro paese nel 2016, foto segnalato per la prima volta dalla Questura di Parma.
Da quel momento in poi, anziché intraprendere le procedure per il rilascio di un permesso di soggiorno, l’albanese ha ingrossato le fila della criminalità diffusa.
Nel 2016 veniva arrestato e condannato per resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, porto di armi o oggetti atti ad offendere e per rapina aggravata.
Lo straniero, quindi, colpito dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, veniva successivamente denunciato per evasione e associato al carcere di Sanremo, ove veniva monitorato dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Imperia al fine del suo successivo rimpatrio.
Ieri, dopo la sua scarcerazione, grazie all’attività svolta in precedenza, veniva immediatamente scortato dagli agenti della Polizia di Stato alla frontiera aerea di Genova e imbarcato su un volo diretto in Albania.
La scrupolosa attività degli agenti ha così consentito di allontanare definitivamente dal territorio italiano un soggetto che, altrimenti, avrebbe rappresentato un potenziale pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica nella provincia imperiese.

pulsante torna su