Ultime notizie:

  data news Oggi M5S A SALVINI "PAURA PER LA POLTRONA? SI DIMETTA"        data news Oggi DEMIRAL SI PRESENTA "UN ONORE ESSERE ALLA JUVE"        data news Oggi TG ECONOMIA ITALPRESS MARTEDI' 20 AGOSTO 2019        data news Oggi OPEN ARMS: MIGRANTI SI LANCIANO IN MARE, LA SPAGNA INVIA UNA NAVE        data news Oggi IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIUSEPPE CONTE HA RESO LE COMUNICAZIONI AL SENATO QUESTO GOVERNO FINISCI QUI       

SANREMO : ESEGUITA MISURA CAUTELARE IN CARCERE NEI CONFRONTI DI UN MAROCCHINO PLURIPREGIUDICATO

data news
TUE 19 Mar | Notizie - Cronaca - Sanremo
SANREMO : ESEGUITA MISURA CAUTELARE IN CARCERE NEI CONFRONTI DI UN MAROCCHINO PLURIPREGIUDICATO

Nel pomeriggio di ieri gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato P.S. di
Sanremo davano esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere
nei confronti di un marocchino con diversi precedenti di polizia commessi in
Italia.
L’uomo, che si trova nel nostro territorio da diversi anni ma privo di soggiorno
e di attività lavorativa fissa, negli ultimi mesi si era reso autore di diversi reati
contro il patrimonio che, presumibilmente, costituivano la sua sola fonte di
sostentamento.
Il marocchino era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma e di
dimora con la permanenza in abitazione a partire dalle ore serali e fino alle
prime ore del mattino, così come disposto del giudice del Tribunale di
Civitavecchia. Nonostante la misura lo straniero, che attualmente dimora nella
città di Sanremo, ha continuato a commettere reati sia connessi alla
violazione della misura in corso sia di altra natura.
In particolare, circa un mese fa, lo straniero si era reso responsabile di un
furto di un cellulare ai danni di un corriere che, mentre era intento a scaricare
della merce in Corso Garibaldi, era stato derubato dal predetto il quale subito
dopo era scappato per le vie limitrofe ma, fortunatamente, individuato in poco
tempo dagli agenti di polizia.
Data la perseveranza nella commissione di eventi delittuosi e la sua condotta
complessiva, veniva richiesta al giudice di valutare la possibilità
dell’applicazione di una misura cautelare maggiormente afflittiva.
Analizzati i fatti descritti e il comportamento scorretto e sempre in violazione
delle norme penali, l’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia disponeva
l’applicazione della misura cautelare in carcere che veniva eseguita dalla
Polizia di Stato nel pomeriggio di ieri.

pulsante torna su