Ultime notizie:

  data news Ieri REGIONE LIGURIA 1,7 MILIONI DI EURO AI COMUNI PER LA MANUTENZIONE DEI FIUMI        data news Ieri PAOLO ARDENTI (LEGA) SULL' OSPEDALE DI ALBENGA I POLITICI EVITINO STRUMENTALIZZAZIONI SULLA SANITA' LIGURE        data news Ieri TG AMBIENTE AGENZIA DIRE LA QUALITA' DEI VINI ITALIANI        data news Ieri VENTIMIGLIA POLIZIA DI FRONTIERA CONTRASTO ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ARRESTATI 1 PASSEUR E 2 IRREGOLARI        data news Ieri TG ECONOMIA ITALPRESS MARTEDI' 18 GIUGNO       

MARCELLO VENEZIANI AL CASINÒ DI SANREMO PER LA PRESENTAZIONE IL LIBRO NOSTALGIA DEGLI DEI

data news
MON 15 Apr | Notizie - Manifestazioni / Eventi - Sanremo
MARCELLO VENEZIANI AL CASINÒ DI SANREMO PER LA PRESENTAZIONE IL LIBRO NOSTALGIA DEGLI DEI

Domani 16 aprile ore 16.30 nel teatro dell’Opera del Casinò, nell’ambito dei “Martedì Letterari” Marcello Veneziani illustra il suo saggio: “Nostalgia degli dei” (Marsilio) Partecipa S.E. Mons. Antonio Suetta, Vescovo di Ventimiglia Sanremo.L’incontro è inserito nel piano di formazione dei docenti.
“ Si, questo libro è il compendio di un’opera, la sintesi di un pensiero composto nell’arco di quattro decenni. Gli dei sono le dieci idee chiave che animano questo cammino, sono le proiezioni e le protezioni di cui avvertiamo il bisogno.” Scrive l’autore
Per la prima volta collegati in una compiuta visione del mondo, Marcello Veneziani propone in "Nostalgia degli dei" i temi affrontati nell'arco di quarant'anni di studio e ricerca. Nel corso dei secoli, le divinità si sono fatte idee, principi fondamentali per la vita e per la morte, amore per ciò che è superiore, permanente e degno di venerazione. Oggi una società schiacciata su un presente assoluto, in cui nessuna differenza è accettata, sembra aver spazzato via anche gli ultimi limiti necessari alla loro sopravvivenza: il confine che protegge, il pudore che preserva, la fede che è amore per la Luce. Come in una galleria di gigantesche figure di marmo, l'autore osserva e racconta le dieci divinità che hanno fondato il pensiero e l'esistenza dell'uomo. E nel tracciarne i profili ne svela il senso recondito, la loro necessità fuor di metafora per ricominciare a «pensare anziché limitarci a funzionare» nella vita di tutti i giorni. Attingendo a una costellazione di pensatori che da Platone e Plotino passa per Vico e Nietzsche, fino ad arrivare a Florenskij ed Evola, nel suo lungo percorso di scrittore Veneziani conserva quella nostalgia del sacro che consente agli uomini di uscire dal loro mondo e dal loro tempo, di riconoscere i propri limiti e trascenderli, di trovare orizzonti, tutori e aperture oltre la caducità della nostra esistenza.

pulsante torna su