Ultime notizie:

  data news Oggi BALOTELLI TORNA A CASA, UFFICIALE LA FIRMA COL BRESCIA        data news Oggi BASKET: TERZO KO AL TORNEO ACROPOLIS, ITALIA BATTUTA DALLA TURCHIA        data news Oggi M5S SCARICA SALVINI "NON PIU' AFFIDABILE E CREDIBILE"        data news Oggi CASELLATI "DA ISTITUZIONI E POLITICA SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA"        data news Oggi GRILLO RIUNISCE VERTICI M5S NELLA SUA VILLA IN TOSCANA       

#ORGOGLIOLIGURIA: DOLCEDO SOPRA LE RIGHE

data news
THU 30 Aug 2018 | #orgoglioliguria - Curiosità - Entroterra

Inoltrandosi lungo la Val Prino, spicca la sagoma longilinea di un campanile settecentesco che svetta nel verde degli ulivi, lentamente compaiono gruppi di case che si ammassano attorno alla Chiesa per poi diradarsi e lasciare spazio alle campagne; tutto intorno numerose borgate e frazioni: siamo a Dolcedo. Il nome stesso conserva un richiamo all'amenità del luogo, che veniva definito Villadolce. Il capoluogo, detto "Piazza", costituisce il nucleo più popoloso e sorge nella confluenza del Rio dei Boschi col torrente Prino.

Era l'antica sede del mercato e sono ancora presenti le vestigia del suo passato di fiorente, come la maestosa Chiesa Parrocchiale e il ponte dei Cavalieri di Malta. Il visitatore entra in un ambiente dove i tempi e gli spazi, il silenzio fra i carruggi, le mulattiere lastricate e le campagne terrazzate, presentano ancora ritmi e luci di un passato legato agli elementi naturali. Degna di nota la produzione dell’olio di oliva, filo conduttore dell'economia dolcedese, dal Medio Evo ai giorni nostri, tanto da farle attribuire l'appellativo di "Conca d'oro". Sono soprattutto i tedeschi ad aver apprezzato la bellezza di Dolcedo, continuando ad affluire numerosi e contribuendo così alla rivalorizzazione della zona. Dolcedo sopra le righe!

pulsante torna su