Ultime notizie:

  data news Ieri SPECIALE FESTEGGIAMENTI SAN GIOVANNI 2019 LO STOCCAFISSO ALL' ONEGLIESE        data news Ieri ALASSIO DAL 27 GIUGNO CINEMA TRA LE STELLE E MARE CINQUE APPUNTAMENTI TRA MUSICAL E ANIMAZIONE        data news Ieri EXPO GENOVA TOTI E BUCCI D'ACCORDO CON SIGNORINI "CI SONO PREMESSE PER CANDIDATURA"        data news Ieri TG MOTORI ITALPRESS SABATO 15 GIUGNO 2019        data news Ieri PROSEGUONO A IMPERIA I FESTEGGIAMENTI DI SAN GIOVANNI CON PIATTI TIPICI, SPETTACOLI E SHOPPING       

PONTE MORANDI, CON AUTOSTRADE ACCORDO ANCORA DA DEFINIRE

data news
SAT 12 Jan | Servizi - Attualità

Per il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che pubblica il suo pensiero su Twitter, Autostrade per l’Italia ha già scritto al sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione di ponte Morandi, che pagherà tutte le spese. In realtà la nota che Autostrade ha inviato a Marco Bucci contiene delle riserve sugli importi richiesti e annuncia che la questione sarà affrontata dal Consiglio di amministrazione il prossimo 17 gennaio. Il conto relativo ai costi di demolizione e ricostruzione del ponte, indennizzi ed espropri che Bucci ha presentato ad Autostrade è di 449 milioni di euro più Iva. Autostrade, anche se non ha voluto chiedere il blocco dei lavori, ha in precedenza presentato un ricorso al Tar al fine di rivendicare il diritto a ricostruire il ponte e fare annullare il Decreto Genova. Quanto al conteggio milionario, la società vuole vederci chiaro e potrebbe anche decidere di non pagare eventuali costi maggiori di ricostruzione rispetto a quanto preventivato se avesse direttamente gestito l’operazione. Insomma una situazione tutt’altro che brillantemente risolta, come twittato da Toninelli. Intanto il commissario per l'emergenza Giovanni Toti ha firmato i decreti per i risarcimenti a imprese, lavoratori e autotrasportatori. Per l'autotrasporto ci sono 20 milioni per il 2018, 80 per il 2019 e altri 80 per il 2020. Oltre agli indennizzi alle imprese delle zone interessate, è stata attivata la cassa integrazione in deroga con 30 milioni, 11 per il 2018 e 19 per il 2019.

pulsante torna su