Ultime notizie:

  data news Oggi Coronavirus, Iss "In Italia al momento nessuna situazione critica"        data news Oggi Ai-Score, l'intelligenza artificiale per calcolare il rischio Covid-19        data news Oggi Coronavirus, 87 deceduti in 24 ore, ancora in calo attuali positivi        data news Oggi Clint Eastwood, la leggenda di Hollywood compie 90 anni        data news Oggi Caso Palamara, Quirinale "Grave sconcerto, urgente riforma del Csm"       

LAVORI ALLA PISCINA, A IMPERIA COMITATO DI CITTADINI CHIEDE LA RIAPERTURA DELL’IMPIANTO

data news
WED 9 Oct 2019 | Servizi - Attualità

A Imperia si è formato un comitato composto da 150 cittadini, che chiede la riapertura della piscina comunale Felice Cascione, chiusa dal 15 giugno scorso. Nell’impianto infatti lo scorso 2 luglio erano stati avviati lavori di riqualificazione, finalizzati alla manutenzione straordinaria e al ripristino di porzioni degradate della copertura, che sarebbero dovuti terminare a metà settembre. L’Amministrazione comunale ha però deciso di incrementare l’intervento, già del costo di oltre un milione di euro, con il rifacimento di una porzione della vasca grande e i tempi di riapertura sono quindi slittati in avanti, costringendo la Rari Nantes che gestisce la piscina a trovare soluzioni alternative fuori città per i propri allenamenti, con conseguenti pesanti contraccolpi anche sulla scuola nuoto. Da qui l’intervento del Comitato Pro Cascione, preoccupato e critico riguardo al rispetto dei tempi dei lavori, già slittati, e che per questo chiede come data certa e improrogabile della riapertura la fine dell’anno o, in alternativa, il ripristino immediato della vasca grande, con lo spostamento dei lavori che la riguardano nell’estate 2020, nel periodo di chiusura della Felice Cascione. Il comitato in una nota chiede chiarezza e risposte all’Amministrazione comunale in merito alla responsabilità e alle tempistiche degli interventi previsti, a seguito di decisioni che il gruppo di cittadini giudica in modo negativo in quanto di fatto hanno avuto una pesante ricaduta in termini di disagi organizzativi, economici, a carico della società, delle famiglie e dei cittadini, oltre alla messa a repentaglio della stagione agonistica per chi pratica nuoto e pallanuoto.

pulsante torna su