Ultime notizie:

  data news Oggi CAROSELLO I TEMPI CAMBIANO LE AUTO ELETTRICHE        data news Oggi CORONAVIRUS, GIUSTIFICATI AVVOCATI E TESTIMONI CHE DISERTANO UDIENZE IN TRIBUNALE A IMPERIA        data news Oggi CORONAVIRUS E TURISMO, LE PREOCCUPAZIONI DI FEDERALBERGHI SANREMO PER LE PRENOTAZIONI        data news Oggi ATTENZIONE ALLA TRUFFA DEL TAMPONE, L’ULTIMA TROVATA LEGATA AL CORONAVIRUS        data news Oggi Coronavirus, donna cinese allo Spallanzani in netto miglioramento       

PIAGGIO, FIRMATI I CONTRATTI DELL’AREA MOTORI. A SETTEMBRE IL RIENTRO DI 30 LAVORATORI

data news
FRI 5 Jul 2019 | Servizi - Attualità - Albenga

Finalmente buone notizie per la Piaggio Aerospace di Villanova d’Albenga. Sono stati infatti firmati i contratti dell’area motori, dedicati a ricambi e revisioni, per un totale di 167 milioni di euro. L’accordo, come confermato dal commissario straordinario di Piaggio Vincenzo Nicastro nel corso di un incontro nella sede di Confindustria Savona, garantirà quattro anni di lavoro e consentirà, a partire da settembre, il rientro di trenta dipendenti attualmente in cassa integrazione. L’accordo è propedeutico alla commessa da parte del Governo di contratti per l’acquisto di nove nuovi velivoli e di manutenzione sulla flotta del ministero della Difesa. Una volta che sarà perfezionata, si spera entro breve, anche questa parte, è previsto un graduale riassorbimento degli operai e dei tecnici in cassa integrazione, nell’ordine di circa 100 unità al mese, fino al completo rientro dell’intera forza lavoro. Soddisfazione per la notizia è stata espressa dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti. Per quanto riguarda invece i nuovi contratti di manutenzione motori con l’Aeronautica Militare Italiana, il commissario Nicastro ha confermato alle organizzazioni sindacali che tali commesse sono alla firma delle parti e che la loro formalizzazione verrà ufficializzata a breve. Il Commissario ha infine ricordato l’importanza degli ordini in ambito sia civile che militare, per un valore complessivo di circa 700 milioni di euro, confermati dal Ministero della Difesa.

pulsante torna su