Ultime notizie:

  data news Oggi Ungheria, pieni poteri a Orban per l'emergenza Coronavirus        data news Oggi CORONAVIRUS DATI ALISA-MINISTERO, IN LIGURIA 2758 PERSONE POSITIVE AL COVID-19, 113 IN PIÙ DI IERI        data news Oggi MESSAGGIO DI CORDOGLIO DI FRATELLI D' ITALIA PER LA SCOMPARSA DI CLAUDIO GHIGLIONE        data news Oggi Coronavirus, in Lombardia un progetto da 7,5 mln per sostenere ricerca        data news Oggi L'APP DELLA POLIZIA "YOUPOL" SI AGGIORNA PREVEDENDO DI SEGNALARE I REATI DI VIOLENZA TRA LE MURA DOMESTICHE       

ONEGLIO: «IL PROGETTO DI ITTICOLTURA A IMPERIA NON PUO’ ESSERE STOPPATO»

data news
THU 13 Feb | Servizi - Attualità - Imperia

«Da parte dell’Amministrazione comunale non c’è stato alcun via libera o sostegno all’operazione, ma il progetto non può essere fermato, a meno di rischiare gravosi contenziosi». Questo quanto evidenziato dall’assessore al Commercio di Imperia Gianmamrco Oneglio, in riferimento al progetto di allevamento di pesci previsto nel tratto di mare davanti alla Galeazza di Oneglia e oggetto di un’interrogazione da parte del consigliere di opposizione Guido Abbo di Imperia al centro. Oneglio ha sottolineato che il progetto aveva preso il via addirittura nel 2008 con la presentazione di una richiesta di una concessione per 15 anni al Comune, da parte di una società del Tigullio. La concessione era stata rilasciata, poi la società era fallita e ne era subentrata un’altra che aveva ottenuto l’autorizzazione a proseguire nell’iniziativa. Per questo, secondo Oneglio, avrebbero dovuto essere le precedenti Amministrazioni comunali a intervenire nel merito. L’assessore al Commercio ha evidenziato che uno stop oggi da parte del Comune provocherebbe quasi certamente un pericoloso e aspro contenzioso giudiziario con la ditta. Il progetto prevede l’installazione di un allevamento in gabbie semigalleggianti a circa un chilometro di distanza dalla costa della Galeazza e l’Amministrazione comunale ha garantito di aver comunque avviato tutte le verifiche del caso, che ancora stanno andando avanti e che verrà stabilito cosa fare sulla base di garanzie di legge e dell’interesse pubblico.

pulsante torna su