Ultime notizie:

  data news Ieri I CAMPIONATI SCIISTICI DELLE TRUPPE ALPINE 2019 DAY TIME 1 PUNTATA        data news Ieri FAI GENOVA E AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MAR LIGURE OCCIDENTAL        data news Ieri GENOVA, PONTE MORANDI: VENERDI' SMONTAGGIO DELLA SECONDA TRAVE        data news Ieri A SANREMO UN CONVEGNO PER RIFLETTERE SUL GIOCO PUBLICO LEGALE        data news Ieri ELEZIONI SANREMO, TOMMASINI SI PREPARA PER I CENTO GIORNI DAL VOTO       

L'ARTIGIANATO LIGURE FATICA NEL 2018

data news
WED 30 Jan | Servizi - Attualità - Liguria

Non si è chiuso nel migliore dei modi il 2018 dell'artigianato ligure. Le perdite di imprese hanno superato le nuove aperture, per un saldo finale negativo di 430 unità (-1%) su un totale di 43.402 microimprese liguri. Lo dicono gli ultimi dati Infocamere-Movimprese. In Italia la filiera artigiana si riduce dell'1,36%. In totale sono poco più di 1 milione e 300 mila le microimprese attive. Pressoché invariato il settore dell'alloggio e ristorazione, mentre a registrare un trend positivo sono principalmente i servizi. In calo i due principali settori di attività artigiana, manifatturiero e costruzioni. «Dati alla mano, è stato un anno amaro per l'artigianato ligure, che ha visto chiudere ben 3 mila imprese. – commenta Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – Una perdita che solo parzialmente è stata compensata dalle nuove aperture. Ha sofferto molto il genovesato, dove si registra il maggior numero di chiusure, mentre qualche spiraglio di luce si apre a Imperia, unico territorio a segnare una crescita complessiva trainata dal settore delle costruzioni. Ci auguriamo che questo possa rappresentare un piccolo segnale di ripartenza per tutta la filiera regionale, quel che è certo è che le nostre microimprese continuano ad avere bisogno di nuovi stimoli e sostegni: meno burocrazia, semplificazione delle procedure, incentivi agli investimenti, riduzione delle tasse e agevolazioni per l'accesso al credito».

pulsante torna su