Ultime notizie:

  data news Oggi Gallinari vince il derby Nba con Belinelli, Melli super con i Pelicans        data news Oggi Blitz dei carabinieri contro mafia e droga, 16 fermi in 6 province        data news Oggi Coronavirus, Ripartiti i treni fermi al Brebbero, nessuna positivita'        data news Ieri Coronavirus: Ferrovie Austria "Oggi chiuso il Brennero"        data news Ieri CORONAVIRUS, IL SINDACO DI MENTONE CHIEDE CONTROLLI SANITARI AL CONFINE       

IMPERIA, PER LA SPARATORIA DI CARAMAGNA CHIESTI 8 ANNI DI RECLUSIONE PER FERRARO

data news
THU 23 Jan | Servizi - Cronaca - Imperia

Il Pm Barbara Bresci ha chiesto otto anni di reclusione per Domenico Ferraro, 63 anni, che nella mattinata del 14 gennaio 2019 aveva ferito a colpi di pistola Antonietta Calvo, 64 anni e il marito Vito Pedone. La sparatoria era avvenuta a Caramagnetta dove il Ferraro risiedeva in precedenza e le due vittime erano suoi ex vicini di casa con i quali vi erano stati una serie di pesanti litigi. La richiesta del Pm è giunta in sede di rito abbreviato presso il Tribunale di Imperia, dove il prossimo 3 febbraio il giudice Paolo Luppi emetterà la sentenza. L’avvocato imperiese Giovanni di Meo, difensore di Ferraro ha chiesto che venisse esclusa l’aggravante della premeditazione e riconosciuta l’attenuante della provocazione. La Calvo e Pedone sono invece difesi da Monica Dotti e Federica Romeo di Savona. Secondo la ricostruzione fatta dai poliziotti della Squadra mobile della Questura, dopo aver speronato l’auto dei coniugi Ferraro era sceso dalla sua auto e si era messo a sparare, ma, per fortuna, a un certo punto la pistola si era inceppata. Dopo l’agguato Domenico Ferraro si era dato alla fuga per tre giorni, venendo infine arrestato a Sanremo dopo che aveva accusato un malore.

pulsante torna su