Ultime notizie:

  data news TUE 11 Aug Ferrarini, Intesa Sanpaolo guida la cordata per il rilancio        data news TUE 11 Aug Gasperini "Col Psg è dura ma c'è fiducia di poter fare bene"        data news TUE 11 Aug Coronavirus, nuovi casi in rialzo        data news TUE 11 Aug Roma, da Grillo via libera a Raggi per la ricandidatura "Daje!"        data news TUE 11 Aug Bonus Inps, Garante Privacy "Niente ostacoli a pubblicazione dei nomi"       

IL CROLLO DEL VIADOTTO SULLA A6, FRANE E ALLAGAMENTI: 15 MILIONI DI DANNI NEL SAVONESE

data news
MON 25 Nov 2019 | Servizi - Cronaca - Savona

Una frana che si è staccata dalla località Madonna del Monte a Savona, ha travolto i pilastri di un viadotto dell’autostrada A6 Savona – Torino, causando il crollo di una trentina di metri di strada. Per un vero miracolo non si sono registrate vittime in quanto un automobilista, resosi conto di quanto stava accadendo, si è subito fermato e ha poi bloccato i veicoli che stavano sopraggiungendo, sbracciandosi in mezzo all’autostrada. A lungo ieri sera si è temuto che un’auto fosse stata coinvolta nel crollo e i Vigili del fuoco sono intervenuti con le unità cinofile per cercare eventuali dispersi sotto il viadotto, dove la colata di fango e detriti ha raggiunto i due metri di spessore. Le ricerche per maggiore sicurezza sono proseguite anche oggi. I tecnici del Gruppo Gavio, che di recente ha acquisto la gestione della Savona – Torino, hanno compiuto verifiche per garantire la stabilità dell’altra carreggiata di marcia che è posata su un viadotto gemello di quello crollato e che, per precauzione è stato chiusa al traffico. In zona si sono portati già ieri sera il presidente della Regione Giovanni Toti e l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone. Nella zona del disastro permane il timore dello sviluppo di ulteriori frane. Il maltempo nel savonese ha causato inoltre allagamenti e altre frane per un totale stimato di oltre 15 milioni di euro di danni. A Cengio sono state evacuate sei persone, a Stella San Giovanni sono rimaste isolate circa 800 persone, nella zona di Rialto risultano isolate sei frazioni; frane si sono registrate a Vesima e a Vado Ligure la furia delle onde ha distrutto un tratto della passeggiata a mare. Nella piana di Albenga sono ingenti invece i danni alle aziende agricole, con campi e coltivazioni devastati dalla pioggia.

pulsante torna su