Ultime notizie:

  data news Oggi ESPLODE UNA PALAZZINA ALL'ISOLA D'ELBA, UN MORTO E UN DISPERSO        data news Ieri VERTICE SUL MERCATO A NANCHINO IN CASA INTER, IN RITIRO ARRIVA GODIN        data news Ieri FIORETTO DONNE VINCE L'ARGENTO AI MONDIALI, ITALIA A SETTE MEDAGLIE        data news Ieri SALVINI ATTACCA TONINELLI "BLOCCA INFRASTRUTTURE E LICENZIA PRO-TAV"        data news Ieri MATURITÀ, IL 62% DEI CANDIDATI HA PRESO UN VOTO SUPERIORE A 70       

TG SCIENZA AGENZIA DIRE IL SUPER OCCHIO DI PRISMA

data news
MON 11 Mar | Speciali - Attualità - Fuori Liguria

Parte il 15 marzo il satellite italiano Prisma: osserverà la Terra con occhi completamente nuovi grazie a un potentissimo strumento iperspettrale, il più efficace mai messo in orbita. Che cos’ha di speciale? Vede ciò che le altre camere non vedono, coglie ciò che è impossibile percepire per l’occhio umano.

Sono diversi i satelliti attualmente in orbita dedicati all’osservazione della Terra. Pensiamo alla costellazione di Cosmo Skymed, che con le sue immagini radar è in grado di guardare il nostro pianeta anche attraverso le nuvole, o alle ‘sentinelle’ della Terra di Copernicus, che, tra le altre cose, sono in grado di capire la temperatura dei mari e del suolo. Nessuno, però, ha le capacità di Prisma, missione sperimentale senza pari al mondo. Vediamo perché.

Prisma è nato in Italia- è di proprietà dell’Agenzia spaziale italiana (Asi)-, ed è stato costruito grazie alla collaborazione tra imprese italiane, guidate da Ohb, responsabile della missione, e Leonardo, che ha realizzato la strumentazione elettro-ottica. Non solo. A lanciarlo in orbita sarà Vega, autentico gioiellino del Made in Italy,

pulsante torna su