Ultime notizie:

  data news Ieri Fiera Milano, si dimette AD Fabrizio Curci "Triennio intenso"        data news Ieri Cna "Positiva la proposta di Conte per modernizzare il Paese"        data news Ieri L'Italrugby riparte da Smith, Gavazzi "Otterremo risultati"        data news Ieri Nina Zilli torna con il nuovo singolo "Schiacciacuore"        data news Ieri Trasporto aereo, l'Italia rischia una perdita di 1,6 miliardi di euro       

TG AMBIENTE AGENZIA DIRE SMOG E FOGNE, ITALIA DI NUOVO DEFERITA A CORTE UE

data news
TUE 12 Mar 2019 | Speciali - Attualità - Fuori Liguria

La Commissione europea ha nuovamente deferito l’Italia alla Corte di giustizia Ue per la ripetuta violazione dei limiti annuali e orari di biossido di azoto nell’aria delle città e per il mancato adeguamento alle norme Ue dei sistemi di trattamento delle acque di scarico in oltre 700 agglomerati e 30 aree sensibili dal punto di vista ambientale, con più di 2mila abitanti. L’Italia è già stata deferita alla Corte per sforamento dei limiti di Pm10. Le aree soggette a sforamento dei limiti di NO2 sono state grandi città come Milano, Torino e Roma e centri più piccoli come per esempio Catania, Campobasso, Genova e aree come la Pianura Lombarda e la Costa Toscana. “Ci era stata annunciata una procedura di aggravamento su biossido di azoto e acque reflue, ma la Commissione europea ha anche evidenziato, mettendolo nero su bianco, la bontà del nostro lavoro e del nostro impegno, soprattutto per le misure in arrivo sul fronte della qualità dell’aria”, dice il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

pulsante torna su