Ultime notizie:

  data news Oggi SANREMO LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO STRANIERO CHE SPACCIAVA ABITUALMENTE PRESSO LA SUA ABITAZIONE        data news Oggi DECRETO LEGGE GENOVA : INTERVENTO AL SENATO DEL VICE MINISTRO EDOARDO RIXI        data news Oggi ANZIANI E FRATTURE, STRATEGIE PER IL RECUPERO DEI PAZIENTI FRAGILI        data news Oggi GENOVA : 14 AGOSTO 14 NOVEMBRE 2018 PER NON DIMENTICARE        data news Oggi FESTA DELL'OLIO NUOVO AL CASCIN DI ARZENO D'ONEGLIA       

TG PEDIATRIA ABUSI-MALTRATTAMENTI, A ROMA SI FORMANO OLTRE 100 MEDICI

data news
THU 8 Nov | Speciali - Salute - Fuori Liguria

L’incidenza degli abusi sessuali dichiarati in Italia è dello 0.9% ma è un numero non attendibile, perché c’è tutto un sommerso nascosto che non si riesce a vedere. “Parliamo di forme di violenza che molto spesso non hanno dei segnali evidenti e noi dobbiamo formare i pediatri a cogliere i dettagli. Lo dice Pietro Ferrara, referente nazionale della Sip sul tema, intervistato dalla Dire alla 14esima edizione del Campus di Pediatria. “Non esiste un’altra patologia come l’abuso e il maltrattamento che abbia e veda la famiglia contro. Abbiamo una famiglia che non collabora- precisa il medico- e dobbiamo capire cosa andare a cercare”. Alla due giorni di formazione, organizzata a Roma con il contributo non condizionante dell’azienda farmaceutica Angelini, hanno partecipato oltre 100 specializzandi di Pediatria provenienti dalle scuole di tutta Italia.

INAUGURATO AL GASLINI IL NUOVO DAY HOSPITAL DIABETOLOGIA

Taglio del nastro per il nuovo centro di riferimento regionale per il Diabete giovanile dell’Istituto Gaslini, che segue circa 500 tra bambini, adolescenti e giovani adulti attraverso diagnosi, terapia, follow up e screening delle patologie associate e delle problematiche vascolari. Sono state completamente ristrutturate le sale visite e gli ambulatori, ed è stata creata una nuova aula multimediale dedicata all’attività di educazione terapeutica dei pazienti con diabete mellito, che permetterà a questi ultimi e alle loro famiglie di vivere la condizione diabete in maniera autonoma e responsabile.

pulsante torna su